Prevenzione e cura: colmiamo il divario

Creato da IOR, Fondazione Avsi e Comune di Forlì TipologiaStrumenti
   

Il progetto

Nei Territori Occupati Palestinesi il numero di donne sopra i 50 anni che non hanno mai effettuato una mammografia supera il 60%.

I motivi sono molti: la mancanza di un programma nazionale di screening, la carenza di strutture mediche, scarsa consapevolezza, motivi familiari, cause culturali che vedono come “inappropriato” questi tipi di esami medici o perché il cancro viene ancora percepito come uno stigma sociale e non vogliono quindi che venga loro diagnosticato.

Inoltre, l'accesso alle cure e alle pratiche di prevenzione oncologica per le comunità palestinesi, è reso ancora più complesso dalle difficoltà di movimento e di circolazione. A causa del contesto di occupazione protratta, è molto difficile ottenere un permesso per poter superare i numerosi check-point controllanti dall'esercito istraeliano sulle strade che portano a Gerusalemme. 

Per questo motivo, l'Ospedale Augusta Victoria di Gerusalemme già da qualche anno si è dotato di una clinica mobile per raggiungere anche le comunità più rurali e marginalizzatte in tutta la Cisgiordania.

Grazie alla clinica mobile, ogni anno oltre 3000 donne palestinesi possono sottoporsi ad uno screening mammografico gratuito e alle attività di sensibilizzazione sulla prevenzione oncologica nei loro villaggi

La clinica mobile già dispone di un mammografo, un Hologic che ha anche la funzione di tomografo, un ottimo prodotto all’avanguardia e presente nelle migliori Breast Unit italiane, tra cui il reparto di Prevenzione Oncologica di Forlì.

Con l'acquisto di un ecografo sarà ora possibile eseguire un’indagine più approfondita, direttamente al momento della visita con l'obiettivo di ridurre i casi dubbi e evitare che la paziente non solo si preoccupi inutilmente ma anche che sia costretta a intraprendere uno spostamento, spesso costoso e difficile, verso l'ospedale, dove poter effettuare gli esami di approfondimento. 

 

IL PROGETTO

Il progetto Fight like a girl 2.0 - Prevenzione del cancro al seno e diritto alla salute femminile in Palestina è finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e implementato da Fondazione AVSI in partnership con l'Istituto Oncologico Romagnolo, il Comune di Forlì, l'AUSL Romagna, Associazione Centro di Solidarietà di Forlì e l'Ospedale Augusta Victoria per garantire prevenzione e cura del tumore al seno alle donne della Cisgiordania.

 

 

Iniziative a sostegno del progetto

Ancora nessuna iniziativa a sostegno di questo progetto, crea ora la tua iniziativa e sostieni il progetto!

Donazioni

18 aprile 2024
Sona Jozefikova
€ 20
17 aprile 2024
Donazione anonima
€ 10
23 marzo 2024
Sonia Claps
€ 50
14 marzo 2024
Donazione anonima
€ 50
13 marzo 2024
Maria Pafundi Maria Pafundi
Grazie per il lavoro che svolgete
€ 100
13 marzo 2024
Pierdomenico Niglio
€ 20
07 marzo 2024
Bruno Basini
€ 30
28 febbraio 2024
Donazione anonima
€ 5
24 febbraio 2024
Diletta Basini
€ 20
24 ottobre 2023
Donazione anonima
€ 10
Condividi il progetto e invita a donare
Il tuo browser non supporta HTML5 canvas .
Rimanente
17 giorni
Raccolti
€ 315

Obiettivo
€ 5.000

Donatori
10